Blog: http://disgustorama.ilcannocchiale.it

Considerazione a margine

Perchè la sinistra non vincerà mai nulla in questo paese?

Perchè tutti ad applaudire il discorso di Elio Germano alla vittoria della Palma d'oro a Cannes, io per primo, poi si va a vedere il film (sotto la mia recensione) e si scopre che è stato finanziato con i soldi del ministero.

Delle due, l'una: o te ne stai buono e prendi i soldi del ministero, oppure (solo se sei un artista con le palle) cerchi la tua indipendenza e dici quello che vuoi.
Il discorso non vale per gli esordienti (purtroppo il mercato italiota è quello che è, bisogna essere realisti) ma per chi gode già di un certo prestigio e potrebbe fare scelte non dico coraggiosa ma quantomeno coerenti: come posso leggere un articolo di Augias su Repubblica senza pensare che, in fin dei conti, Berlusconi è il suo editore?
Perchè ottimi scrittori come Genna ed Evangelisti scrivono quello che scrivono su internet  salvo poi passare a ritirare il bonifico firmato Mondadori?

Diranno, questo è il mercato, bellezza: eh no, cicci, perchè gente come Daniele Luttazzi o Andrea de Carlo se ne sono andati dall'universo mondadori per coerenza, e il mercato è lo stesso per loro come per tutti.
Oppure la Busi che ha avuto le palle di scrivere quello che ha scritto (le anime belle dicono: sì, ma dopo tanto tempo. Replica mia: intanto l'ha fatto rimettendoci il video)
Io i libri di Evangelisti li comprerei anche se uscissero per Feltrinelli o Rizzoli: forse però la provviggione sarebbe minore.
O no?!

La nostra vita, di Daniele Lucchetti (ITALIA, 2010): regia penosa, storia ridicola, attori imbarazzanti.


Pubblicato il 25/5/2010 alle 15.12 nella rubrica Non di solo di cinema è fatta la vita ma ne è buonaparte.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web