Blog: http://disgustorama.ilcannocchiale.it

Ma non è di questo che voglio parlare

Sono stato al Torino Film Festival per il weekend, ma non è di questo che voglio parlare.

Potrei cercare di spiegarvi come questa città ai piedi delle Alpi sia per me (di certo non un fortunello in tema di vacanze e affini...) sempre fonte di gradite, graditissime, sorprese o di come, pur con il risultato di 3 pernacchie su 5 film visti in totale, ne sia valsa comunque la pena o di quanto il museo del cinema alla seconda visita sia stato ancor più stupefacente che la prima e così invitante da desiderarne una terza...

... ma non è di questo che voglio parlare.

In realtà la cosa che più mi va di raccontare è di aver trovato in una bancarella dell'usato lungo via Po un libro che cercavo da parecchio (è disponibile ovunque, ma in nessun posto a quel prezzo...): si tratta della fatica di Giulio Mozzi "sono l'ultimo a scendere", una sorta di diario su un paio di annetti di peregrinazioni tra treni città e strane telefonate che, dopo averne letto uno stralcio su chissà quale giornale (ilvenerdì?) mi aveva stuzzicato come pochi altri testi in circolazione.

A metà del testo (leggo molto in fretta e non ho amici: circostanze che prese insieme aiutano molto la lettura...) posso assicurare che le attese erano ben riposte: è una raccolta di racconti in stile Carver se Carver fosse vissuto a Padova e avesse preso tante volte il treno
(ok, casomai Carver ha preso tante volte il treno, ma di certo non si trattava di treni italiani...)
(... e poi Carver non è così divertente)
(forse doveva prendere più treni)
(o vivere a Padova)

Anche se io, ovviamente, quando si viaggia sono sempre il primo a scendere...

PS: non lo dirò mai abbastanza, i libri sono troppo cari, anche perchè le persone con gusto di solito sono studenti o precari o entrambe le cose (rimane la costante delle pezze al culo). Per fortuna il mondo è pieno di coglioni che si lasciano scappare libri del genere sui quali noi vampirelli ci zompiamo sopra senza ritegno...

Pubblicato il 16/11/2009 alle 23.42 nella rubrica Non di solo di cinema è fatta la vita ma ne è buonaparte.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web