Blog: http://disgustorama.ilcannocchiale.it

Alla fine


L'avvocato Mills è stato condannato per calunnia
: ha detto il falso per evitare a Silvio Berlusconi la galera in una condanna per corruzione.
In un paese normale il nostro giovane Premier sarebbe già con le valige in mano pronto ad occupare un altro posto, diverso dal quale ha dimostrato di essere indegno.
(per la levatura morale che ha dimostrato, potrebbe ambire al ruolo di usuraio...)

Ma no, eccolo ancora lì, pronto insieme al suo seguito di capezzoni e bonaiuti a ribaltare la frittata nell'imminente discorso alle camere di oggi pomeriggio, con il branco di cottolenghi del centro sinistra (fatta eccezione che per mr Di Pietro) già proni per la vasellinata.

(postilla: cazzo, il vostro avversario è immerso in uno scandalo sessuale, finanziario e giudiziario all'interno di una crisi economica senza precedenti e voi del PD, semplicemente sottolineando l'esistente, non riuscite a prendere più dell'80% dei voti? ma che cazzo deve fare di più? violentare una suora?)

Ma non credo sia questo il problema: in fondo lui fa quello che vuole e se nessuno lo ferma, perchè mai dovrebbe farlo da solo?
La cosa grave, veramente terribile e degna di un film di Wes Craven, è invece che se si andasse alle urne domani la maggior parte degli italiani (quelli che non sanno chi sia Mills, per esempio...) lo voterebbe a man bassa.

Per chiunque abbia un minimo, uno straccio o anche solo una parvenza di senso civico, oggi è un altro giorno da dimenticare.
Per tutti gli altri, solo un altro grattacapo per Papi...
 

Pubblicato il 19/5/2009 alle 14.8 nella rubrica I cialtroni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web