Blog: http://disgustorama.ilcannocchiale.it

"La solitudine" è tra noi...

Domani incontrerò per una lectio magistralis (che differisce dai corsi normali
perchè i prof. si dileguano dopo due ore e non dopo le dodici canoniche...) l'autore del libro "La solitudine dei numeri primi"...

Premettendo che a parte qualche significativa eccezione, 18 euro per un libro sono troppi (l'eccezione, unica, riguarderebbe un eventuale mio libro che, data la scontata qualità, sarebbe legittimo far pagare almeno il doppio), il testo lungo le sue trecento avvincenti pagine è stata una piacevole sorpresa: l'ennesima conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che la puzza sotto il naso del tutto italiota per qualcosa che vende e che funziona dal punto di vista commerciale sia un'enorme baggianata.

[la profondità di questa analisi sul contesto letterario italiano, con invasioni anche nel mercato editoriale estero, farebbe impallidire Arbasino]


"Perché aveva paura di ammetterlo,
ma quando era con lei valeva la pena
di fare tutte le cose normali
 che le persone normali fanno"

Pubblicato il 12/5/2009 alle 23.10 nella rubrica Seriamente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web